Il progetto GPPBest incontra l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Roma

Il 12 Dicembre la Regione Lazio ha promosso l’incontro formativo “l’obbligo dell’uso dei Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia e la ristorazione collettiva” , che si è svolto presso la sede dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Roma, sull’utilizzo dei CAM (Criteri Ambientali Minimi)  nei documenti progettuali e negli atti di gara.

L’evento si inserisce nell’ambito del programma europeo LIFE e nello specifico nel Progetto GPPbest – BEST PRACTICIES EXCHANGE AND STRATEGIC TOOLS FOR GPP.

L’evento è iniziato con i saluti del Consigliere Dott. For. Roberto Fagioli e l’introduzione della Dott.ssa Monica Nardone, Dirigente Della Direzione Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette della Regione Lazio, che ha illustrato il progetto GPP (Green Public Procurement – Acquisti Pubblici Verdi) e il PAR GPP (Piano di Azione Regionale) della Regione Lazio, approvato con D.G.R. 310 del 13/06/2017.

A seguire la Dott.ssa Livia Mazzà della Fondazione Ecosistemi ha illustrato il ruolo strategico del GPP e gli obiettivi; l’approccio dei CAM per la ristorazione collettiva; gli aspetti ambientali della ristorazione; gli impatti delle coltivazioni e della trasformazione dei cibi; e infine come sono strutturati i CAM ristorazione.

L’Arch. Dana Vocino, architetto e urbanista della Fondazione Ecosistemi, ha illustrato le specifiche tecniche previste dai Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia del Ministero dell’Ambiente (DM 11/1/2017) che includono materiali e tecniche di costruzione a ridotto impatto ambientale.

Sono state affrontate, quindi, le modalità di introduzione delle specifiche tecniche obbligatorie e dei criteri premianti che la pubblica amministrazione è obbligata a inserire nei bandi di gara per manutenzioni, ristrutturazioni e nuova costruzione, di qualsiasi importo a base d’asta.